Circolare INPS: Chiarimenti su prescrizione contruibuti INPS dipendenti del P.I.
"Differita al 1° gennaio 2020"
Sentenza della Corte Costituzionale "Anche al figlio non convivente spetta il congedo
straordinario per assistere il familiare disabile"
La Bona Scòla de la Lega
L'Ateneo vuole fare cassa sui lavoratori assenti causa allerta Meteo
del 29 e 30 ottobre!
La Corte Costituzionale sancisce la legittimità della trattenuta del 2,50%
sull’80% della retribuzione dei dipendenti pubblici assunti dopo il 2000
Buone Feste

Scatti di dignità

RSU – Università di Bergamo
 
Solo un movimento reale di lavoratori e il supporto delle RSU interne agli Atenei può far
cambiare realmente le cose.


Leggi tutto l'articolo

L’acqua è un diritto?

A Bologna il Sindaco è indagato per aver allacciato i contatori di uno stabile occupato; a Firenze, il gestore pubblico-privato “chiude” il servizio a un condominio in cui risultano alcuni utenti morosi; in Calabria, intanto, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas non accetta che un Comune gestisca il servizio in economia, garantendo ai cittadini tariffe molto al di sotto della media nazionale.


Leggi tutto l'articolo

Dobbiamo continuare aparlare del TTIP

Fino a un paio di anni fa, pochissime persone avevano sentito parlare del Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti (TTIP) o delle trattative a esso relative. Era un accordo strettamente riservato a politici, economisti e addetti ai lavori. Paradossalmente, è stata proprio questa mancanza di trasparenza ad aver suscitato l’attenzione della società civile e dei media di tutto il mondo, portando al conseguente movimento globale contro il TTIP cui oggi stiamo assistendo.


Leggi tutto l'articolo

Esistiamo anche noi

 

 

Leggi il Comunicato





Infortuni sul lavoro: la Cassazione allarga la tutela

La Suprema Corte di Cassazione (Sez. IV^, sentenza 18 giugno – 9 novembre 2015, n. 44793 – Presidente Romis – Relatore Izzo) e’ tornata recentemente sui limiti della responsabilità del datore di lavoro per gli infortuni avvenuti negli ambienti di lavoro. La decisione della Corte apre le maglie dele ipotesi di colpa, con notevoli possibilità di ricadute pratiche nelle attività delle diverse figure soggettive che compongono la pubblica amministrazione, innanzitutto, statuisce la Corte, in materia di prevenzione degli infortuni nei luoghi di lavoro, il soggetto beneficiario della tutela è anche il terzo estraneo all’organizzazione dei lavori, sicché dell’infortunio che sia occorso all”extraneus” risponde il garante della sicurezza, sempre che l’infortunio rientri nell’area di rischio definita dalla regola cautelare violata.



Leggi tutto l'articolo

Powered by: Wordpress